CASCATA 'FARINA DEL DIAVOLO, Villa Santina


Cascata Radime

Cascata Radime o per i locali 'Farine dal Gjaul è formata dal torrente Radime che nasce sull'altipiano di Lauco (655m) e con un salto di 230m si riversa sulle rocce vicino all'abitato di Villa Santina.

Narra la leggenda che “In un mulino posto sul ciglio del rio Radime, ad una mugnaia molto tirchia che macinava il grano, un poverello chiese un pugno di farina. Alla richiesta la mugnaia rispose “Se cheste farine a è mee, che il gjaul me la puarti vie” (Se questa farina è mia, che il diavolo me la porti via). In men che non si dica, proprio per intervento del diavolo, la farina fu scagliata dal roccione da cui si getta la cascata, conferendole quel caratteristico colore biancastro, dovuto in realtà ad una millenaria erosione.(dal sito del comune di Villa Santina).



SENTIERO: Dal cimitero di Villa Santina parte un sentiero che porta alla Ferrata Farina del Diavolo. Una volta superata la cascata e poco prima dell'attacco della ferrata attraversare il bosco sulla destra che vi porterà ai piedi della cascata. Non vi è un sentiero ufficiale.